Quanto durerà il nostro matrimonio? Scopri una simpatica applicazione della fisica.

Ciao! Dopo un piccolo break di vacanze pasquali, oggi voglio mostrarti come la fisica è in grado di calcolare o meglio, prevedere ogni argomento della nostra vita. Maggio è in arrivo ed il profumo dei fiori di arancio è nell’aria. Ma, come possiamo essere sicuri che il nostro partner è lo sposo perfetto? Esiste una formula magica in grado di mantenere in vita il nostro matrimonio? In questo articolo, voglio raccontarti del collegamento che esiste tra il tuo matrimonio ed il secondo principio della termodinamica. Si, hai sentito bene! C’è un forte collegamento tra questi due argomenti. Vuoi scoprire qual è? Ok, allora seguimi!

Il secondo principio della termodinamica.

Il secondo principio della termodinamica afferma che: “In un sistema isolato l’entropia aumenta con il tempo”. L’entropia è anche conosciuta come il grado di disordine di un sistema. Quest’ultima definizione ci permette di capire che lo stato normale di un sistema isolato aumenta il suo grado di disordine con il passare del tempo. Per interrompere questo fenomeno, la fisica raccomanda di aggiungere energia a questo sistema isolato così che esso possa raggiungere un nuovo stato di equilibrio.

La fisica e il nostro matrimonio.

A questo punto, puoi applicare questo principio al tuo matrimonio o alla tua convivenza. Quando siamo all’inizio di un nuovo rapporto, di solito impieghiamo una gran quantità di energia. Infatti, non soltanto una combinazione di ormoni, ma anche una quantità enorme di energia ci porta a dedicare molto tempo alla nuova relazione. Ci prendiamo cura del partner in modo continuo e aggiungo “persistente”: di fatto questo continuo apporto di attenzioni equivale all’immissione continua di energia alla storia.

Ma, con il passare del tempo, il nostro grado di attenzione diminuisce; in altre parole non aggiungiamo nuova energia alla nostra relazione. Così, mentre noi siamo occupati a lavorare o a prenderci cura dei bambini, il nostro matrimonio perde il suo fascino. Così, il matrimonio comincia a soffrire e il grado di attenzione diminuisce ogni giorno. I problemi quotidiani e il tempo divengono terribili nemici della relazione. Questo significa che il nostro atteggiamento dà origine ad un circolo vizioso o virtuoso. Quando non immettiamo nuova energia, il secondo principio della termodinamica ci mostra che il nostro matrimonio è destinato a finire. Per stoppare questo circolo negativo, dobbiamo inserire energia. In altre parola, dobbiamo aumentare il grado di attenzione, dedicando alla nostra relazione tempo e sforzi, ricordando che il partner è una priorità, molto più di bambini, lavoro o amici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.