Statistica per l’ingegneria biomedica

Ingegneria biomedica e statistica

La bioingegneria (o ingegneria biomedica) è una delle materie più affascinanti nell’ambito delle scienze della vita. Abbracciando un ampio spettro di discipline – ingegneria elettronica, informatica, meccanica e chimica – essa è in grado di rispondere in modo eccellente alla necessità di conoscere sempre meglio i fenomeni biologici e di produrre tecnologie in grado di migliorare la salute della società e dunque di ognuno di noi.

Migliorare la conoscenza circa il funzionamento dei sistemi biologici e sviluppare nuove metodologie e dispositivi diagnostici, terapeutici e riabilitativi sono sfide importanti che coinvolgono in modo trasversale diverse discipline e settori.

Dalla ricerca alla validazione: la statistica partecipa al successo.

La statistica come compagno di viaggio

La creazione di strumentazione tecnologicamente avanzata o la ricerca sui sistemi biologici sono due esempi tipici in cui la statistica ricopre un ruolo importante. Grazie ad un eccellente connubio tra versatilità del linguaggio e adattabilità a diverse discipline, la statistica è in grado di rispondere in termini numerici a molte domande degli ingegneri biomedici.

Nel mio lavoro di statistico mi trovo spesso nella situazione di dover confrontare ad esempio la validità di diverse strumentazioni mediche. Un caso tipico è quello di validare una nuova strumentazione in base alle misurazioni registrate.

E tutto ciò è possibile perchè gli strumenti statistici sono in grado di rispondere in modo adeguato alle domande di bio-ingegneri. Ed è proprio grazie all’uso consapevole di tali strumenti che si possono affrontare in modo eccellente le sfide della bioingegneria.

Perchè avere un supporto professionale di uno statistico?

Il campo della ricerca è un settore infinito: ognuno dei ricercatori di un progetto è specializzato nel suo ambito ed ha inoltre delle intuizioni personali e professionali che combinate con quelle di altri ricercatori rendono uno studio “ben fatto”. Per tale ragione affiancare ad un team di ricercatori biomedici, uno statistico rende il complesso della ricerca più ricco e sicuramente numericamente ben fondato.

Quando si elabora un’analisi statistica è molto importante prestare attenzione alla struttura del dataset e agli obiettivi dello studio. Inoltre nel caso dell’ingegneria biomedica, non basta solo elaborare i dati e capire i risultati, ma è necessario che statistico ed ingegnere collaborino insieme per capire come migliorare o sviluppare ulteriormente lo studio di ricerca. Applicare lo strumento statistico non adatto o usare in modo errato un test statistico possono portare a risultati distorti tali da inficiare enormemente lo studio, ma, peggio ancora, possono non far compredere quali reali problematiche impattano sulla ricerca ed impediscono uno sviluppo scientifico della stessa.


Sei un ricercatore nel campo biomedico?

Vuoi avviare una collaborazione continuativa con il mio studio per essere sempre affiancato da uno statistico nelle tue ricerche e vuoi essere aiutato per pubblicare le tue ricerche? Inviami una richiesta di contatto, troveremo insieme la soluzione più adatta alle tue esigenze!

Torna in alto